Il tiro di una al volo sulla sponda lunga del biliardo

Tra i vari tiri che spesso possono capitare durante lo svolgimento di un incontro di biliardo, molto importante, è, sicuramente, il tiro di una sponda a volo sulla lunga.

Il tiro di una a volo è tanto difficile, quanto utile.




Si tratta di un tiro, grazie al quale è possibile divincolarsi da particolari situazioni di difesa dell’avversario e per questo, molto utile, per andare ad impattare la bilia avversaria dopo aver fatto battere alla propria bilia solo una sponda in questo caso sponda lunga.

Il tiro di una a volo è utilissimo anche perché può essere utilizzato per “sostituire” tiri come la garuffa o il tre sponde, ovvero, in situazioni di grande tensione, molti giocatori optano per il tiro di una anziché per la garuffa o il tre sponde, questo perché, sopratutto su un biliardo che non si conosce bene, il tiro di garuffa può essere uno dei più difficili da eseguire.

Conteggio del tiro di uno a volo di calcio

Tanti sono i conteggi che possono essere utilizzati per il tiro di una a volo.

Sicuramente utile, è,  un tipo di conteggio che si basa, come nel caso del tre sponde, sull’angolo 50.

Il conteggio non è troppo complicato, ma, ovviamente, è importante che esso venga capito bene e quindi provato molte volte.

Il conteggio di una a volo che si basa sull’angolo 50, è un conteggio di biliardo semplice adatto a chi adesso si sta avvicinando al conteggio di uno a volo sulla lunga. Per i conteggi di uno a volo per giocatori esperti consigliamo di approfondire il conteggio di uno a volo con le varianti e compensazioni.

Il conteggio di una sponda al volo sulla lunga è il seguente:

La bilia avversaria deve essere osservata dalla sponda lunga del lato da cui si intende tirare.

Il 3° diamante della sponda lunga rappresenta lo 0 (come da figura), il 4° diamante (centrale) rappresenta il 10, il 5° diamante rappresenta il 20, il 6° diamante rappresenta invece il 30 e il 7° diamante rappresenta il 40.

Dopo aver guardato la bilia avversaria dalla sponda lunga da cui si intende effettuare il tiro e quindi aver individuato la traiettoria della bilia avversaria, per questo sistema, fondamentale è l’aggiunta fissa di 5 punti (può variare dall’usura del biliardo), di compensazione per poter colpire la bilia avversaria.

Ovviamente però, importante è stimare il punto di partenza della bilia battente.




Teniamo in considerazione alcuni punti importanti:

-Se la bilia battente si trova in direzione dell’angolo 50, allora si deve aggiungere 5 punti all’uscita dell’avversaria;

-Nel caso in cui la bilia battente si trovasse in prossimità del 10, cioè del primo diamante della sponda lunga, allora devono essere aggiunti 3 punti, se invece si trovasse in prossimità del secondo diamante della lunga, allora dovranno essere aggiunti circa 1 punti;

Opposto invece è il ragionamento nel caso in cui la bilia battente si trovasse in prossimità della sponda corta:

-In questo caso, il primo diamante della corta comporterà un aggiunta di circa 9 punti, il secondo invece, può comportare un’aggiunta di circa 13 punti.

Una volta effettuato tutto ciò, ovvero, diagonale biglia avversaria, aggiunta fissa di (1-3-5-9-13 punti in base alla posizione della battente) e stima della battente, il tiro può essere effettuato.

L’esecuzione del tiro verrà fatta tenendo conto, sulla sponda lunga sulla quale si vorrà effettuare il tiro, della stessa numerazione dell’angolo 50. Cioè, se la bilia avversaria di trovasse a 12, aggiungendo 5 punti (perchè l’avversaria in angolo 50) ne scaturirebbe 17.

Conteggio uno a volo biliardo sponda lunga

Di conseguenza, 50 che è la stima della bilia battente, meno 17, che è la stima dell’avversaria, da ciò scaturisce 33 che è il punto in cui sulla sponda lunga devo battere con effetto ad ore due sulla testa della bilia e con forza non eccessiva, infatti per questo tiro, è spesso consigliabile poter utilizzare una forza simile a quella necessaria per la realizzazione di un angolo di 2 sponde nel caso di presa ottimale della bilia.

 

Punti di riferimento per l’uno a volo di calcio

I punti di riferimento si possono avere nonostante tutto perché sono sempre utili per una miglior esecuzione dei tiro.

Per il tiro di una a volo, punto di riferimento classico è rappresentato dalla presenza di entrambe le bilie sui due acchiti di pallino, in questo caso, il punti di battuta sarà il diamante centrale, cioè il 40 della sponda lunga.

Nel caso in cui invece entrambe le bilie si trovassero tra i due acchiti, punti di battuta, anche in questo caso, sarà circa il 40.




Tuttavia però, il tiro di una a volo presenta delle difficoltà crescenti sopratutto quando la bilia avversaria si trova in prossimità dei birilli e si decide di optare per questo tiro oppure quando la bilia battente si trova eccessivamente vicina alla sponda lunga da cui si dovrà tirare, visto che in questo caso molto importante è anche la steccata.

Con questo conteggio, le difficoltà di questo tiro saranno quasi del tutto azzerate, visto che è molto utile per poter effettuare il tiro a volo in maniera ottimale e consentire quindi una buona presa di bilia avversaria e trovare difesa o, a volte, anche di poter realizzare dei punti, che, su un tiro a volo è sempre molto difficile realizzare.

Ovviamente, molto importante oltre il conteggio è la steccata con la quale il tiro viene ad essere effettuato.

In caso di steccata troppo morbida o rigida, anche se il conteggio fosse effettuato in maniera perfetta, si potrebbe avere una brutta ed errata esecuzione del tiro.

Questo conteggio è incluso nel programma del corso di 1° livello di biliardo con tutti i dettagli delle varianti, differenza di panno, effetto, vari tipi di forze e compensazioni. Possibile essere acquistato anche online sul nostro sito nella sezione Lezioni di biliardo 5 e 9 birilli.